Chiesa Parrocchiale N.S. Assunta

    E' intitolata a San Bernardo e alla Madonna Assunta.Venne ultimata nel 1934. E' in pietra locale a faccia vista tranne che per ciò che concerne la canonica che è sempre stata realizzata in pietra ma intonacata e con infissi esterni finiti con persiane alla genovese. Il parrocco Don Carlo Pastorino oltre a celebrare la SS. Messa alle ore 8.00 e 11.30 nei giorni festivi, celebra anche la SS. Messa durante i giorni festivi alla Cappella dell'Acquabuona alle ore 9.30.

    Per raggiungere la chiesa parrocchiale occorre, giunti in paese, prendere il bivio per Acquabianca e dopo aver percorso circa 200 metri ci si trova dinnanzi alla facciata principale che ricorda, come stile architettonico, la Badia.

    L'interno è diviso in tre navate. Nelle due navate laterali sono collocati gli altari dedicati alla Madonna di Lourdes, al Sacro Cuore di Gesù, alla Santa Croce e a San Bernardo.

    La chiesa è caratterizzata dagli affreschi di Dalle Ceste: il primo, nella volta del presbiterio raffigura l'Assunzione di Maria in cielo tra quattro Santi, Pietro, Paolo, Bernardo e Francesco; il secondo, nell'abside, raffigura la Passione di Cristo (nella foto qui a lato).

    Per arredare la chiesa, vennero prelevati tutti gli arredi dalla Badia.
    I due antichi confessionali in legno sono una delle più evidenti testimonianze di questo "trasloco".

    Anche l'altare maggiore, realizzato con stupendi marmi policromi e sormontato dalla statua dell'Assunta, di scuola genovese del Settecento, proviene dalla Badia.

    Per finire questo piccolo inventario di arredi un tempo presenti alla Badia, sono degni di nota: 
    le due acquasantiere a forma di conchiglia, sorrette da una testa d'angelo, e posizionate ai lati della navata centrale; 
    sopra la loggia laterale di destra, l'organo della scuola italiana dell'Ottocento, realizzato nella bottega dei fratelli Scolari nel 1876; 
    la Croce trilobata, posta a lato dell'altare maggiore e riportante il giglio di Firenze, forse un dono dei Medici ai marchesi Raggi.

    Appena entrati in Chiesa in questo periodo, sul lato destro si trova uno stupendo plastico raffigurante il complesso della Badia e realizzato dall'Associazione Amici del Presepe di Rossiglione.


    Nella foto in B/N a lato è rappresentato il momento della "salita" della campana maggiore sul campanile della Chiesa. Il peso è di 532 kg!!!


    Il manufatto, come testimonia la foto è stato sollevato tramite funi, argani ma soprattutto braccia di tiglietesi.

    © 2018 Tiglieto.it è un sito online dal 1999 by Antonio Miani

    Cerca